Progetti personali: Rebirth

“Rebirth” di Michela Goretti

Fotografia concettuale, Fotografia artistica.

“Rebirth”  ( Self Portrait ) di Michela Goretti   Non potevo più vivere con me stessa.

E in questo sorse una domanda: chi è questo io che non può vivere con sé? Cos’è il sé? Mi sentii attirata dentro il vuoto. Non sapevo allora che ciò che stava accadendo era che la mente, con la sua pesantezza,i suoi problemi, che vive tra un passato insoddisfacente e un futuro pieno di paure, era crollata. Si era dissolta.

Cos’è il tempo se non una tenace illusione dell’uomo? Esiste in quanto percezione soggettiva che ne abbiamo. Il tempo, ha natura essenzialmente astratta, non è afferrabile né intellettivamente né tantomeno contingentemente. L’unico modo che abbiamo per accorgerci di quest’elemento, è dato dal cambiamento.

Troppo spesso rimettiamo ad un tempo passato le colpe del nostro stato presente dirottandoci inconsapevolmente verso un futuro da persone “irrisolte”. Guardiamo al passato come un tempo ormai “perduto”,in qualche modo sprecato e irrimediabilmente dissolto nel nulla. Questo tempo “perduto”, diventa la nostra ossessione, il nostro rimpianto; immagini e impulsi si presentano alla nostra mente contro la nostra volontà creandoci forti disagi.

Se invece ci liberassimo da questa illusione,se riuscissimo a percepire il tempo come “qualcosa” che non ha ne inizio ne fine ma che contempla solo e soltanto l’eternità, sentiremo un forte senso di libertà e comprenderemo che ciascuna situazione che ci accade nella vita è perfetta, benché la nostra mente e il nostro io resistano e non vogliano accettarlo. Quello che succede è l’unica cosa che sarebbe potuta succedere. A prescindere da cosa racchiuda il presente, accettalo come se lo avessi scelto. Collabora sempre, non agire contro di esso.

Fattelo amico e alleato, non nemico.Tutto questo trasformerà miracolosamente la tua vita. Il nostro momento è Adesso, è il Qui ed Ora, è questo istante. Ogni volta che accetti profondamente questo momento così com’è,nella forma in cui è, sei sereno, sei in pace.

La felicità e l’infelicità non vanno così in profondità. Sono onde sulla superficie del tuo essere. La pace profonda che hai dentro ti rimane immutata qualunque siano le condizioni esterne. Quando noi ci trasformiamo, il nostro intero mondo si trasforma, perché il mondo è solo un riflesso. Arrendiamoci alla profonda accettazione di ciò che accade e apriamoci alla vita

Mostre Collettive:

  • Galleria d’arte Marangoni Firenze Settembre 2017.
  • Evento Scoa con vendita opere Casalecchio del Reno Bologna Novembre 2017.
  • Accademia delle Belle Arti Firenze Marzo 2018.
  • Mostra collettiva Torre Mirana Trento Dicembre 2018.
  • Esposizione Biennale di Arte Fotografica Arezzo 2018.

Riconoscimenti:

  • Menzione d’onore Concorso IPOTY Awards 2018.
  • Menzione d’onore 4 Concorso Internazionale “La Mente e il suo Cervello” Fondazione Zoe 2018.